Commenti disabilitati su Aiutiamo Pierpaolo affetto da una grave forma tumorale: la famiglia lancia una raccolta fondi

Fonte: “LA GAZZETTA DI SAN SEVERO”

“Ciao, siamo la famiglia di Pierpaolo, che ha compiuto da poco 42 anni, e che oggi vive a San Paolo di Civitate in provincia di Foggia con la moglie Daniela e i due figli Maria Chiara e Sergio Paolo di 11 e 8 anni. Si è trasferito per amore nel 2005 ma è nato e cresciuto a Cagliari, in Sardegna. Pierpaolo ama moltissimo la sua terra natia e la sua ridente città dove vivono i suoi genitori, Maria e Paolo, il fratello Enrico, la sorella Barbara e i nipoti.

Purtroppo Pierpaolo ha scoperto nel mese di febbraio 2019 di avere un tumore, sviluppato in una delle forme più aggressive e non responsive alle chemioterapie alle quali si è sottoposto in questi ultimi otto mesi. Pierpaolo è affetto da una forma di linfoma non-Hodgkin refrattario, chiamato Dlbcl (linfoma diffuso a grandi cellule B), tumore del sangue inoperabile, che gli sta impedendo di poter  portare avanti la sua normale vita e la sua professione ma, cosa ancor più triste, che lo sta tenendo lontano dall’affetto e dall’amore dei suoi figli e della moglie durante i cicli di chemioterapia.

In questi mesi è stato trattato con più cicli chemioterapici secondo le indicazioni dei protocolli medici nazionali. È stato trattato anche con una terapia sperimentale attraverso il farmaco “POLATUZUMAB” arrivato direttamente dagli Stati Uniti, ma purtroppo nessuna cura fino ad oggi ha sortito l’effetto che speravamo. Pierpaolo è un paziente refrattario, vuol dire che il suo male è stato resistente  a tutti i trattamenti fino ad ora eseguiti.

In questi duri mesi Pierpaolo non ha mollato. Ha affrontato con molto coraggio e fatica le cure che gli sono state somministrate, senza mai abbandonare per quanto possibile il percorso di crescita dei suoi due figli  e senza tralasciare gli impegni professionali che inevitabilmente ha dovuto drasticamente ridurre.  In questi giorni Pierpaolo affronta l’autotrapianto di cellule staminali, nella speranza che questo ulteriore percorso possa almeno rallentare l’avanzare della malattia, e lo possa portare in breve tempo ad affrontare quella cura che alla luce degli ultimi sviluppi scientifici è indicata come l’unica in grado di poterlo guarire : Cart -T.

La Car-T consiste in un complesso procedimento in cui alcune cellule del sistema immunitario vengono prelevate dal paziente, geneticamente modificate in laboratorio per poter riconoscere le cellule tumorali e poi re-infuse nello stesso paziente.

Oggi l’ultima possibilità di cura è una terapia molto costosa  che non è disponibile per lui in Italia. Pierpaolo è stato indicato come un paziente non ottimale, dal Sistema Sanitario Italiano, per l’uso delle Cart-T, in quanto solo pochissimi casi possono essere trattati, principalmente pediatrici, non dando garanzie sui tempi e i modi con i quali si potrà accedere alle lunghissime liste di attesa.

L’unica prospettiva per Pierpaolo al momento è andare all’estero: l’Ospedale Saint Louis di Parigi e lo Sheba Medical Center di Tel Aviv  hanno già dato il loro parere favorevole alla cura con cart-T. Questa terapia è purtroppo solo a pagamento. Per quanto la famiglia darà fondo a tutte le sue disponibilità economiche, non potrà far fronte al costo di questa avveniristica terapia, che si aggirerà intorno ai 520.000 dollari/euro.  Proprio per questo l’unica possibilità è quella di chiedere un aiuto a tutti, in modo tale che anche con un piccolo contributo a persona si possa raggiungere quanto necessario per salvare Pierpaolo.“

DOBBIAMO FARE IN FRETTA, il linfoma ha progredito su Pierpaolo velocemente. Sulle terapie che porta avanti nell’attuale ricovero possiamo riporre solo una speranza di sospensione temporanea della progressione.

ABBIAMO BISOGNO DI AIUTO. Abbiamo bisogno dell’apporto di tutti voi, nella fiducia e speranza che ognuno possa aiutarci con i mezzi di cui può disporre. Anche un piccolo gesto sarà apprezzato e fondamentale, perché solo aggiungendo mattone a mattone si può costruire un edificio, perché solo aggiungendo goccia a goccia si può formare il mare.

POSSIAMO SALVARE PIERPAOLO effettuando una donazione su questo sito, che ringraziamo per la possibilità offerta, oppure utilizzando il seguente  conto corrente bancario dedicato  aperto presso la filiale IntesaSanPaolo di San Severo (FG)

IBAN : IT86 W030 6978 6341 0000 0008 676

BIC: BCITITMM

Il conto corrente dedicato è stato aperto ESCLUSIVAMENTE per questo scopo dalla moglie Daniela al fine di garantire la massima trasparenza sull’utilizzo dei fondi. Ogni donazione attraverso bonifico bancario dovrà recare la causale : “donazione volontaria per cure mediche Piras Pierpaolo“.

L’aiuto e disponibilità dei parenti e degli amici ci è già stato di grande conforto, ringraziamo tutti per le manifestazioni di affetto che abbiamo già ricevuto, e speriamo di avere presto la possibilità di ringraziare tutti voi che con un contributo permetterete a Pierpaolo di proseguire la sua vita e i suoi sogni.

Un ringraziamento va a voi che state leggendo questa pagina e a tutti coloro che effettueranno una donazione, anche se piccola, e condivideranno con parenti e amici la necessità di aiutare solidalmente Pierpaolo in questo difficile percorso di cura.

Ci teniamo a informarvi che dal punto di vista medico lo studio per la ricerca della cura su questo genere di linfoma chemioresistente  è in continua evoluzione e che se Pierpaolo riuscisse a rientrare in altra sperimentazione nazionale le donazioni potranno essere restituite, devolute a casi simili o alla ricerca sul cancro .

Grazie
La famiglia di Pierpaolo

Commenti disabilitati su NUOVA STAGIONE RADIO ALBATRO: il programma “MISSIONE RADIO” si ferma. Un saluto a Franco Affilastro.

Dopo 5 anni e dopo più di 500 puntate in diverse radio, dopo 2 stagioni su Radio Albatro #MissioneRadio si ferma. Uno stop forzato, ma, probabilmente, necessario. Ringraziamo tutte le emittenti che, in questo lunghissimo periodo, con coraggio, hanno trasmesso il format, diffondendo la musica indie, al di là delle classifiche e dei condizionamenti del settore. Ringraziamo i tanti artisti che abbiamo avuto l’onore, ed il piacere, di incontrare. Ringraziamo gli ascoltatori che, sempre più numerosi, ci hanno seguito, imparando a riconoscere, e ad apprezzare, anche la musica emergente di qualità! Viva la radio, viva la musica! ♥️
Franco Affilastro si prende una pausa dagli impegni radiofonici e saluta tutti gli ascoltatori.
Ci auguriamo di risentirlo ai microfoni in futuro.
Grande professionista,ci mancherà.
Il volo continua….stay tuned!

Giorno messa in onda: martedì dalle 20.00 alle 22.00
Replica:  giovedì mattina dalle 10.30 alle 12.30

Hasta la Vista è un talk radiofonico della durata di 2 ore, ideato e condotto da Gerry Longo. La caratteristica saliente del programma è la presenza   in  studio  di  ospiti  sempre  diversi che, ad  ogni  puntata,  si cimentano in una co-conduzione, sperimentando il piacere e l’emozione del fare radio.

Si tratta di una inedita trasmissione radiofonica in cui, oltre alla musica, il vero protagonista è il  racconto / condivisione di esperienze di vita dell’ospite.

Nel corso dei 6 anni di Hasta la Vista, in aggiunta alle consuete trasmissioni in studio, sono state realizzate anche diverse dirette radio esterne in occasione di  eventi live come: Festival di musica Jazz, Concerti di cantautori emergenti, Festival sul doppiaggio, inaugurazione di nuovi locali, eventi privati di vario tipo(ad es. matrimoni e compleanni).

Il tutto realizzato in locations sempre diverse, utilizzando una postazione radio mobile creata   e gestita appositamente da Gerry Longo per questo tipo di eventi live.

Hasta la Vista! Un altro modo per non perdersi di vista!

Per contattare la trasmissione scrivere una e-mail a [email protected] oppure mandare un SMS o messaggio WhatsApp al numero 342.0706388.

Chi è Gerry Longo?

Sono nato a Locri 39 anni fa,affetto da  un Glaucoma congenito ad entrambi gli occhi.

Ho  vissuto fino a  8 anni  a S. Ilario dello Ionio, un piccolo comune dell’entroterra calabrese e  poi mi sono trasferito a Roma  dove ho concluso gli studi elementari e frequentato una scuola speciale per non vedenti al fine di migliorare l’indipendenza, la gestione del  mio quotidiano e imparare il braille, la scrittura per non vedenti.
A 11 anni sono tornato in Calabria dove ho completato gli studi per poi tornare a Roma nel 1998,a 21 anni per iscrivermi al Diploma di Laurea in Fisioterapista all’Università   La Sapienza.
Durante la frequenza ai corsi universitari ho partecipato e vinto un concorso pubblico indetto dall’ENAC -Ente Nazionale Aviazione Civile -dove sono tutt’ora impiegato.
Mi piace il confronto con gli altri e sono a mio agio nelle relazioni interpersonali, grazie anche ad una buona dialettica che aiuta il mio interlocutore a non soffermarsi sul mio handicap visivo. Probabilmente è stata una buona scuola anche la radio.
In adolescenza sono stato ospitato dall’emittente locale calabrese“Radio Siderno la Cometa”, dove con il tempo sono diventato  co-conduttore in un programma di fascia pomeridiana.
Nel 1994, all’età di 16 anni, il mio debutto radiofonico come conduttore ufficiale, grazie alla fiducia accordatami dall’editore di “Radio Siderno la Cometa”che mi ha affidato la creazione e la conduzione di un programma settimanale di 2 ore in onda tutti i venerdì pomeriggio.
Una bella avventura formativa durata quasi 4 anni.

Senza dubbio devo molto a  quel periodo in  radio perché mi ha consentito di acquisire maggior sicurezza in me stesso e mi ha aiutato a superare i limiti imposti dalla cecità.

Posso senza dubbio affermar eche oggi come allora il  legame al mondo radiofonico resta forte…dopo 23anni continua ad esercitare su di me il suo magnifico fascino.

Esperienze “artistiche”

-da marzo 2012 a tutt’oggi: ideatore, conduttore e regista del programma radiofonico sperimentale autoprodotto dal titolo “Hasta la vista

-da febbraio 2006  a maggio 2012:collaboratore nello studio e nella sperimentazione di tecniche teatrali innovative c/o il “Laboratorio teatrale integrato tra vedenti e non vedenti”, progetto ideato dall’attrice Tiziana Sensi.

-dal 2006  a tutt’oggi: socio fondatore e Presidente dell’Associazione Te Arca-onlus.

-dal 2010 al 2012:attore protagonista nello spettacolo teatrale “Condominio Occidentale”

-dal 2009 al 2012:Radio Studio 54 Network in qualità di speaker per la conduzione di dirette radiofoniche di eventi estivi organizzati in Calabria.

-nel 2011: partecipazione al film “Romanzo di una strage” per la regia di Marco Tullio Giordana prodotto da Catt leya in collaborazione con Rai Cinema

-da gennaio ad aprile 2009:primo concorrente non vedente del reality Grande Fratello trasmesso su Canale 5, nella sua 9^ edizione

-dal 2006 al 2009:attore protagonista nello spettacolo teatrale“Un salto nel buio” scritto e diretto da Tiziana Sensi

-nel 2008:consulente artistico dello spettacolo teatrale“Ma chi ce lo fa fare” per la regia di Fabrizio Ripesi

-nel 2008:attore protagonista nel corto cinematografico “Il Riscatto” con Alessio Boni, per la regia di Silvia Safraceno

-nel 2007:consulente artistico nello spettacolo di danza ispirato alla cecità “Lo sguardo oltre” per la regia di Rossana Longo.